RECENSIONE SERIE TV – NON HO MAI… – By Anna Iovino

“Non ho mai…” è una serie tv statunitense rilasciata da Netflix ad aprile 2020.

Ambientata a Sherman Oaks, in California, racconta principalmente le avventure di Devi, quindicenne di origini indiane che durante il primo anno delle superiori vive un forte trauma: nel bel mezzo di uno spettacolo musicale suo padre muore d’infarto e in seguito lei stessa subisce un infortunio che la terrà sulla sedia a rotelle per parecchio tempo.

Quando finalmente riprende a camminare, la scuola sta per iniziare. Devi vuole lasciarsi alle spalle tutte le vicende passate e decide di darsi da fare per diventare popolare e per avere una chance con il ragazzo che le è sempre piaciuto, il famoso e conosciuto Paxton. Questo obiettivo, però, non sarà facile da raggiungere a dispetto di ciò che credeva all’inizio.

Pur essendo adolescenti i protagonisti principali, ho deciso di guardare lo stesso questa serie tv. Vedere dei ragazzi più giovani alle prese con la loro quotidianità e i loro problemi non mi annoia affatto, come spesso succede a tanti adulti, anzi lo trovo un modo per vedere da un punto di vista diverso cosa pensano, come affrontano determinate situazioni e come reagiscono di conseguenza.

Uno dei motivi che mi ha spinto ad iniziare “Non ho mai…” è stato la scelta della protagonista. Devi è una ragazza di origini indiane che vive negli Stati Uniti ed ogni giorno deve dividersi tra due culture diverse, due modi di pensare e agire, spesso in contrapposizione tra loro. Per lei non è sempre facile far conciliare le due “vite”, soprattutto nel momento in cui rischia di perdere sé stessa per cercare a tutti i costi di appartenere a qualcosa o qualcuno che non la rispecchia completamente. E questo soltanto per non sentirsi esclusa, emarginata, sola.

Devi vuole ottenere così tanto la popolarità al punto da mettere a dura prova il rapporto con le sue migliori amiche, Eleanor e Fabiola, e rendendo ancora più burrascosa la già difficile convivenza con sua madre Nalini (dalla quale non si sente per nulla capita e con cui entra spesso in conflitto) e sua cugina Kamala (per la quale Devi ha sempre provato un pizzico d’invidia). La perdita di una figura così importante come quella paterna porta Devi alla deriva, facendole perdere di vista i suoi reali obiettivi.

Nonostante le difficoltà e i momenti di smarrimento, Devi riesce a ritrovare la sua strada. Questo è possibile anche grazie alla presenza e all’aiuto degli altri personaggi, in particolare Ben, compagno di classe con cui Devi non va sempre d’accordo, ma che avrà un ruolo importante per lo sviluppo degli eventi e per la stessa Devi.

Anche se rientra principalmente nella categoria comedy, in “Non ho mai…” non mancano di certo momenti più seri e riflessivi che lasciano spazio alla commozione. Pur essendo una serie abbastanza leggera, gli argomenti trattati sono importanti e soprattutto attuali.

Ecco perché consiglio vivamente la visione di questa serie tv. Spero possa piacervi così com’è piaciuta a me e se così fosse tenetevi pronti perché a luglio verrà rilasciata la seconda stagione. Buona visione!