IL GIORNALE: IERI E OGGI By Beatrice Vismara

Il giornale è un metodo di divulgazione ancora molto utilizzato, nonostante lo sviluppo della tecnologia, ma ne conosciamo tutti le origini?

Il primo esempio di giornale, simile a come lo conosciamo ora, nasce a Londra nel 1665, tuttavia già dal 1563 nella città di Venezia veniva redatto un foglio in cui venivano riportate tutte le notizie riguardanti lo Stato.

I giornali nascono con lo scopo di divulgare notizie e pubblicità al maggior numero di persone nel modo, in modo più veloce e diretto possibile; con il tempo e lo sviluppo della tecnologia il giornale diventa anche digitale, mantenendo però le stesse funzioni.

In questo modo però si perde la sensazione di tenere in mano qualcosa di materiale, fisico, con un volume, un profumo unici. Noi giovani infatti difficilmente compriamo un giornale in edicola, quando basta digitare qualche parola su internet e in due secondi ottenere tutte le informazioni che si desidera, anche se, secondo me avere un giornale in mano è molto più bello.

In passato spesso esisteva un unico giornale per ogni città, con il tempo anche il giornalismo si è ampliato e adattato ai gusti del consumatore; ora esistono diversi tipi di giornali in modo che ognuno possa scegliere quello che più si avvicina ai suoi gusti.

Trovo il giornale una grande invenzione, anche se magari sottovalutato, poiché riesce a dare a tutti tante notizie su ciò che accade nel mondo ed è straordinario come un’invenzione di tanti anni fa si sia sviluppata così tanto senza perdere la sua funzionalità, bensì migliorando sempre di più e adattandosi alla società.